Seleziona una pagina

Osteopatia

Scopri in cosa consiste l’innovazione di alcuni principi cardine, di cui ancora oggi l’osteopatia si avvale.

Osteopatia. Di cosa si tratta?

 

Il termine “Osteopatia” è stato coniato dal suo fondatore, il chirurgo americano Dr. Andrew Taylor Still (1828-1917), che alla fine del XIX secolo scoprì le relazioni esistenti tra l’equilibrio funzionale delle strutture del corpo e la salute. Il Dr. Still, deluso dalla medicina tradizionale, che non era riuscita a salvare molti dei suoi cari, dopo anni di studio e di sperimentazioni, elaborò una nuova concezione del corpo umano ed un altro modo per curarlo.

Osteopatia - i fondamenti
  • l’essere umano è un’unità dinamica di funzioni, il cui stato di salute è determinato dalla triade: corpo, mente e spirito
  • il corpo possiede dei meccanismi intrinseci di auto-regolazione e auto-guarigione
  • la struttura e la funzione sono reciprocamente inter-correlate, sia in salute (fisiologia) che in malattia (patologia)

La pratica osteopatica, che si fonda su tutti e tre i principi, è un sistema affermato e riconosciuto di prevenzione sanitaria che si basa sul contatto manuale per la  valutazione ed il trattamento del paziente, ponendosi come terapia comlementare o alternativa alla medicina tradizionale.

Perchè scegliere l'osteopatia
Una scelta responsabile
L’Osteopatia si è rivelata un aiuto concreto per imparare a stabilire un rapporto di equilibrio e sinergie tra i differenti sistemi che regolano il nostro organismo. Ogni disturbo fisico, dal più semplice al trauma importante, va inserito in una visione complessiva del problema. 

L’Osteopatia ci insegna a pensare ed a vedere il nostro corpo nella sua totalità, infatti, come evidenziato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, il benessere non è dato soltanto dall’assenza di patologie, ma è “lo stato emotivo, mentale, fisico, sociale e spirituale che consente alle persone di raggiungere e mantenere il loro potenziale personale nella società”; ed il trattamento manipolativo osteopatico rappresenta un valido supporto per questo percorso.

Inoltre, mi piace sempre sottolineare che, mentre la medicina tradizionale è attenta alla ricerca ed all’eliminazione del sintomo, l’Osteopatia è una forma di assistenza concentra sulla salute del paziente piuttosto che sulla malattia e si avvale di un approccio causale e non sintomatico, ricercando le alterazioni funzionali del corpo, ovvero le cause di segni e sintomi che possono sfociare in dolori di vario genere.
Tutto questo senza l’utilizzo di farmaci e apparecchi medicali, di cui oggi spesso si abusa, ma con il solo utilizzo dell’approccio manuale.

Come si svolge una seduta
La visita si articola in più passaggi:

Raccolta anamnestica: consiste in un colloquio iniziale che permette di raccogliere i dati necessari relativi alla sintomatologia del paziente, alla sua storia clinica prossima e remota ed alle sue abitudini, per avere un inquadramento il più completo possibile.


Consulto di esami strumentali:  gli esami strumentali (RX, RMN, TAC, MOC, esami del sangue), se presenti, si rivelano molto utili per poter escludere condizioni cliniche per cui l’intervento osteopatico risulti contro-indicato, permettendo quindi di lavorare in massima sicurezza nella tutela del paziente.


Valutazione:  in relazione al sintomo, l’osteopata, oltre all’osservazione, si avvale di una serie di test (attivi e passivi, ortopedici, neurologici e osteopatici), che aiutano l’inquadramento del caso clinico, guidandolo nella scelta dell’area e del tipo di trattamento.


Trattamento: il trattamento è strutturato in relazione ai dati emersi durante la valutazione. Vengono utilizzate una serie di tecniche manuali, che possono essere suddivise in quattro tipologie di approccio: strutturale, viscerale, fasciale e cranio-sacrale; ogni tecnica viene scelta coerentemente alle esigenze ed al quadro clinico del paziente.


Consigli: per una maggiore efficacia e per il mantenimento del trattamento si consiglia, quando necessario, di integrare esercizi specifici ed accorgimenti volti a correggere movimenti o posture sbagliate che possono interferire con la sintomatologia dolorosa.

Prima della visita

Identificazione del caso

Breve intervista al paziente su quali sono i sintomi, le cause dei problemi riscontrati

Consultazione degli ultimi esami

Lettura dei referti o delle indagini svolte riguardo la sintomatologia

Domande e risposte

Domande mirate per identificare il problema alla radice o le cause che hanno portato il problema

Dove, come, quando

Email

info@marziacerizza.com

Phone

+39 3385085475

Orario di lavoro

Lun - Ven : 9:00 - 20:00
Sab : 9:00 - 13:00

Indirizzo

Via Paolo Uccello 1,  20096 Pioltello - Milano.